Abbinamenti cibo e vino

La cucina ha regole ben precise da rispettare e, quando si parla dell’abbinamento cibo-vino, le cose si fanno ancora più serie.

Inutile dirlo: un buon vino fa la differenza e, se accostato ad una pietanza sbagliata, può anche rovinare tutto.

Le regole per servire un vino perfetto vanno oltre alla semplice temperatura o al tipo di bicchiere giusto.

La perfezione si ottiene con la giusta armonia tra i diversi gusti e profumi del vino e del piatto servito.

Insomma, più facile a dirsi che a farsi.

Se ti sembra estremamente complesso puoi tirare un sospiro di sollievo perché, con le giuste dritte ed un po’ di pratica, vedrai che potrai fare anche tu il tuo grande figurone.

Analizziamo insieme l’argomento, così da apprendere tutte quelle conoscenze ed informazioni che stanno alla base dell’accostamento perfetto tra il vino ed il cibo.

Abbinamento cibo vino: consigli ed informazioni utili

Partiamo dal presupposto che la cucina è un settore ricco di sfaccettature e di opinioni personali.

Infatti, il suo punto di forza sta racchiuso proprio nel fatto che, alla fine, ogni persona ha il suo gusto e palato e quello che per te può essere delizioso, per un’altra persona può invece essere non così apprezzabile.

Ma questo non significa che ogni chef può fare quello che vuole quando si mette ai fornelli.

In cucina ci sono tecniche e regole ferree da rispettare, ma la creatività regna comunque sovrana.

Quando si parla di vino, le opinioni sono davvero milioni. C’è chi lo preferisce bianco, chi lo assapora meglio rosso e chi magari, invece, preferisce la tipologia frizzante a quella ferma.

Insomma, ognuno ha le sue preferenze, ma l’armonia perfetta nasce da un equilibrio ben cercato e ponderato.

Abbinamento cibo vino: distinguere i sapori

La prima cosa da fare quando devi scegliere il vino da servire assieme al tuo pasto, è quella di pensare e valutare al meglio il sapore delle diverse pietanze.

Ricorda sempre che, per creare il giusto equilibrio, vino e cibo devono avere gli stessi sentori.

Cosa significa questo?

Se il piatto ha un gusto delicato, necessariamente anche il sapore del vino deve essere allo stesso modo delicato e tenue.

Se, invece, il piatto è particolarmente forte e ricco di sapori ben decisi, ecco che anche il vino deve avere lo stesso carattere.

Questa è una regola di base che devi sempre tenere ben presente.

Certo è che, con la pratica e la conoscenza, sarà possibile creare abbinamenti perfetti che valorizzino sia i gusti predominanti del cibo, che quelli del vino.

Abbinamento cibo vino: qualche regola d’oro

È arrivato il momento di entrare nel vivo dell’argomento e passare una volta per tutte a capire quali siano gli abbinamenti con i quali non si sbaglia mai:

  • pesce e vino. È ben nota la famosa regola che accosta il vino bianco al pesce (ed il vino rosso alla carne). A dire il vero, però, questa regola non è del tutto corretta perché, con le giuste accortezze, nessuno vieta di servire un vino rosso con piatti di pesce, e viceversa. Una cosa è certa però: per le sue caratteristiche e per la sua consueta delicatezza, il vino bianco si sposa alla perfezione. Per zuppe di pesce o grigliate si può osare anche con un vino rosato delicato;
  • carne e vino. Qui c’è da fare una grande distinzione tra la carne bianca e la carne rossa. Infatti, la carne bianca ha un gusto molto più delicato, e di conseguenza si sposa al meglio anche con tipologie di vino bianco. La carne rossa, invece, solitamente ha un gusto più forte ed intenso che ben si calibra con tipologie di vini rossi. Se poi parliamo di selvaggina, ecco che un rosso di carattere è assolutamente d’obbligo;
  • uova e vino. Ebbene sì, anche le uova possono essere assaporate insieme ad un buon bicchiere di vino. Ma attenti a come le cucinate. Una semplice frittata, ad esempio, può sembrare più raffinata se servita con un buon rosato. Se invece si parla di uova strapazzate, ecco che un bianco giovane leggermente frizzante fa al caso tuo;
  • dolci e vino. Qui solitamente regna la credenza che il vino bianco sia quello che si sposa nel migliore dei modi al momento del dessert. In realtà, però, è giusto dire che l’abbinamento non deve essere fatto secondo i colori del vino, ma secondo il suo grado zuccherino. Vini Passiti o spumanti bianchi o rossi, sono davvero fantastici con una bella fetta di torta. L’importante è che sia sempre un tipo di vino dolce.

Abbinamento cibo vino: qualche consiglio in più

A questo punto il gioco sembra bello che fatto, ed invece no, perché le cose da sapere ed imparare sono ancora molte.

Ci teniamo a darti qualche altro consiglio che potrebbe davvero rivelarsi fondamentale.

Un pasto, infatti, non è composto da una sola ed unica pietanza, e ci rendiamo conto che gestire il tutto potrebbe essere particolarmente difficoltoso se non si hanno delle conoscenze di base solide e complete.

Quindi come fare?

Ricorda che:

  • i vini bianchi non andrebbero mai serviti prima dei rossi. Tranne ovviamente quando si parla di dessert a fine pasto;
  • la sequenza dei vini deve seguire una precisa logica che va da quello più leggero a quello più corposo ed invecchiato. In questo modo ogni vino servito non andrà a coprire quello successivo;
  • con i cibi particolarmente grassi è bene servire un vino abbastanza fresco in acidità in modo che sciacqui bene la bocca e la prepari al boccone successivo nel migliore dei modi;
  • spezie e peperoncino si deve tenere conto dell’aromaticità e della persistenza del vino. In particolar modo, quando si parla di peperoncino, ecco che l’abbinamento è possibile solo se presente in maniera non troppo eccessiva nel piatto. In questo caso si deve optare per un vino piuttosto morbido o con un residuo zuccherino importante;
  • anche la temperatura ha la sua importanza e la regola generale afferma che si parte sempre da un vino più freddo, per arrivare alla fine ad un vino temperatura ambiente ad eccezione dei vini passiti.

Come vedi le regole non sono poi così difficili da seguire, di certo, però, serve una grande attenzione ed anche una buona cultura in materia.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *