Degustare Vini

Molti credono di essere dei grandi intenditori, perfettamente capaci di degustare i vini.

In realtà, questo argomento ha talmente tanti piccoli dettagli che sarà difficilissimo racchiuderli tutti in un solo articolo, ma ci teniamo a darti dei giusti consigli affinché tu possa davvero vivere e degustare ogni sorso dal tuo calice di vino.

Il vino, o “Nettare degli Dei” per alcuni, è una delle bevande più apprezzate al mondo, e non c’è di certo da stupirsi di questo.

Assaggiare e degustare un vino è una vera e propria forma d’arte.

Colore, profumo, aroma, il modo in cui scende dalla pareti del bicchiere sono solo alcuni dei tanti modi per capire se il vino che si ha davanti è di buona qualità o meno.

La degustazione dei vini attiva gran parte dei tuoi sensi, e forse è proprio questo a renderlo così unico.

Ma come fare per degustare e godere davvero di ogni sorso? Andiamo a vedere insieme passo per passo.

Degustare vini: le regole da seguire

Degustare un vino non significa solo berlo, significa viverlo a 360°.

Il vino è una bevanda che ha alle sue spalle una lunga storia ed una lunga tradizione. E queste sono caratteristiche che potrai sentire in ogni suo sorso, se farai attenzione.

Forse le prime volte farai un po’ di fatica ad entrare nel meccanismo della degustazione dei vini, ma vedrai che piano piano riuscirai a percepire sempre più dettagli e ti renderai conto di come ogni sorso possa essere una vera esperienza sensoriale.

Gusto, profumo, emozioni, ricordi. Il vino è tutto questo e molto più.

Come primo consiglio ti vogliamo dire di versare il vino solo fino ad un terzo del bicchiere.

Questa quantità, infatti, ti permetterà di valutare al meglio ogni singola caratteristica.

Ma vediamo insieme come si deve procedere per dar vita a questo percorso sensoriale e degustativo.

Degustare vini: la vista

Il primo senso a cui ti devi affidare è sicuramente la vista.

Il colore può darti moltissime informazioni sulla tipologia e qualità di vino che hai davanti.

Per esaminare al meglio questo dettaglio è necessario uno sfondo bianco (anche un semplice tovagliolo). Avere uno sfondo neutro chiaro sicuramente ti agevolerà nella valutazione.

Una volta versato, guarda il vino controluce ed osserva se è bello limpido. Questo è il primo segno di qualità.

Accosta il bicchiere al tovagliolo bianco ed osserva l’intensità del colore e le sue sfumature.

Ricorda che, solitamente, più un vino è invecchiato più avrà un colore aranciato.

Altro dettaglio che puoi scoprire con la vista è il tasso alcolico e la struttura interna del vino. Come?

Fai ruotare lentamente il bicchiere in modo da bagnarne tutte le pareti con il vino ed osserva come si comportano le venature create sul vetro.

Più le gocce scendono lentamente più il vino è strutturato ed alcolico.

Degustare vini: l’olfatto

Passiamo ora ad un altro senso: l’olfatto.

Prima di tutto ci teniamo a dirti che questo senso necessita di un po’ di allenamento.

Infatti, il nostro cervello immagazzina moltissimi profumi ed odori, ma se non lo abituiamo ad utilizzare questi “cassettini delle memoria” il processo è più difficile. Quindi non disperare, un po’ di pratica e migliorerai nettamente.

Detto questo, ricorda anche che è importante far trascorrere qualche secondo tra un’annusata e l’altra in modo da dare il tempo al bulbo olfattivo, ed al cervello, di mandarti le giuste informazioni.

La prima annusata deve avvenire a bicchiere fermo, la seconda invece dopo un’ampia roteazione del vino in modo che vengano sprigionati tutti i diversi profumi.

Ma quali sono le caratteristiche che puoi sentire con il solo olfatto?

  • Intensità. In pratica è la forza con la quale si percepiscono i diversi profumi.
  • Complessità. Il numero di profumi che si possono percepire.

Tutti dettagli che ti aiutano a capire l’origine e la qualità del vino.

Degustare vini: il gusto

Ed eccoci finalmente al momento che forse aspettavi maggiormente, ovvero il momento in cui finalmente sorseggi il vino.

È infatti arrivato il momento del senso del gusto.

Bevi un piccolo sorso di vino e trattienilo in bocca per qualche secondo.

Devi sapere che, la lingua, può percepire fino a 5 sapori:

  • dolce
  • salato
  • amaro
  • acido
  • umami, che dal giapponese significa “saporito”

Concentrati per percepire al meglio se il vino che stai assaggiando ha un sapore dolce, pesante, leggero, un po’ acidulo od altro.

Bevi poi un altro sorso, cercando questa volta di far entrare in bocca anche un po’ di aria in modo da rendere la percezione del gusto ancora più netta e viva.

Forse non lo sapevi ma la lingua fa solo una piccola parte di tutta la percezione del gusto. Infatti, i diversi profumi ed aromi vengono sprigionati anche nel cavo olfattivo intensificando il tutto.

Insomma, forse sentiamo il gusto più con il naso che con la bocca.

Concentrati anche sui 15-20 secondi successivi alla deglutizione.

Infatti, per un vino sono importanti anche la sensazione retronasale e la sua persistenza temporale successivi all’assaggio.

Ti consigliamo di scrivere tutto quello che provi e che senti in un foglio di carta così da avere, poi, un quadro ed una valutazione completi.

L’assaggio del vino è fatta di tanti piccoli dettagli e tante piccole emozioni.

Degustare il vino: l’esperienza è importante

Come vedi, degustare il vino è un insieme di piccole azioni e di tanta e tanta sensibilità.

Serve allenamento e pratica per poter riportare in attività tutti i nostri sensi assopiti.

Per natura, l’uomo ha delle grandi capacità sensoriali che purtroppo non utilizza ogni singolo giorno ed in ogni singola azione.

La bravura sta anche nel reimparare ad utilizzarle.

Un bravo sommelier deve avere, in sintesi, quattro caratteristiche:

  • sensibilità
  • concentrazione
  • semplicità
  • cultura

Per assaggiare e “sentire” davvero il vino deve crearsi una sorta di legame che ti regalerà un’emozione che forse nemmeno immaginavi.

Profumi che innescano ricordi passati, gusti che ti portano a chiudere gli occhi e lasciarti andare.

Il vino non va solo bevuto, va vissuto.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *